Colpo doppio di Ulissi: vince a Sogliano e balza al comando della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali - Trofeo UniCredit

UlissiTappa e maglia: Diego Ulissi (Lampre-Merida), grazie ad una splendida azione solitaria in salita, ha fatto sua la seconda tappa della Settimana Internazionale di Coppie e Bartali – Trofeo UniCredit, da Gatteo a Sogliano al Rubicone (162 km), vestendo anche la maglia rossa UniCredit di leader della classifica generale.

Ulissi ha preceduto, di 30”, il colombiano Miguel Angel Rubiano Chavez (Androni Giocattoli-Venezuela) e di 1’11” Damiano Cunego, suo compagno nella Lampre-Merida.

La tappa, partita alle 11,30 da Gatteo, vede nascere, dopo vari tentativi, la fuga che caratterizza la prima parte di gara al chilometro 34, quando escono dal gruppo cinque uomini: Jacob Keough (Unitedhealthcare), Dominique Cornu (Tosport Vlaanderen), Peter Kuzstor (Utensilnord Ora24.eu), Manuel Amaro (Ceramica Flaminia - Fondriest), Lukas Postlberger (Team Gourmetfein Simplon), ai quali poco dopo si aggiunge, con una bella rimonta solitaria, anche il trentino Cesare Benedetti (Team Netapp Endura). L’azione dei sei dura una sessantina di chilometri: vengono ripresi quando ne mancano altrettanti all’arrivo. Intanto il gruppo si sgrana e si assottiglia ad ognuno dei cinque passaggi sulla salita che porta al Monte Tiffi. Ma è al penultimo passaggio che i migliori iniziano a darsi battaglia e al comando rimangono in 18: Konig (NetApp-Endura), Basso e Moser (Cannondale), Pietropolli, Cunego e Ulissi (Lampre.Merida), Bongiorno (Bardiani-Csf), Rabottini, Taborre (Fantini-Selle Italia), Pellizotti, Sella, Rubiano Chavez (Androni-Venezuela), Rebellin (CCC Polsat), Deignan (Unitedhealthcare), Pardilla (Mtn Qhubeka), Rogina (Adria Mobil), Kvasina e Zodil (Gourmetfein Simplon). In cima alla salita attacca Rabottini, ma è sfortunato, incappa in una caduta e, pur riprendendo la gara, perde le ruote dei migliori. Poi attaccano in discesa Cunego, Pietropolli, Moser , Taborre e Deignan. Ma vengono ripresi e, a quel punto, attacca ancora ad inizio salita Cunego: ne fanno le spese, fra gli altri, Moser, Pellizotti e Sella, che si staccano dal gruppetto dei migliori. Ripreso Cunego, l’andatura si alza ulteriormente e, sull’ultima ascesa verso Sogliano, si stacca anche Basso. A dieci chilometri dal traguardo, quando davanti sono in dieci, Ulissi piazza l’attacco che poi risulterà vincente. Rubiano Chavez prova a seguirlo, ma dovrà accontentarsi del secondo posto. Da segnalare la sfortuna di Taborre, che rompe la catena all’ultimo chilometro e taglia il traguardo a piedi.

Domani (partenza ore 11,30) si correrà la terza tappa di 157 chilometri. Sarà Zola Predosa, in provincia di Bologna, ad ospitare tutte le operazioni preliminari di quella che sarà una giornata destinata a lasciare il segno nella classifica generale della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo UniCredit. Il via della tappa verrà dato presso lo stabilimento della Felsineo, azienda fondata 50 anni fa da Franco Raimondi, oggi leader nella produzione e nella commercializzazione della mortadella e storico partner del GS Emilia. Dopo il via gli atleti raggiungeranno Castelvetro attraversando un territorio ricco di eccellenze quali l'aceto balsamico e il lambrusco per poi affrontare la prima salita della giornata: quella che porta agli 819 metri di altitudine di Serramazzoni che precede il passaggio a Pavullo, località che nel corso degli anni ha contribuito in modo non indifferente alla crescita della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo UniCredit. Dopo il TV di Pavullo si raggiungerà Lama Mocogno. Sono le strade di Romeo Venturelli, indimenticata gloria del ciclismo scomparsa meno di due anni fa. La giornata proseguirà verso i piedi dell'Abetone, più precisamente a Pieve Pelago, per poi affrontare gli ultimi chilometri. La strada dell'Abetone meglio conosciuta come salita del Barigazzo, località celebre per i passaggi del giro dell'Emilia del dopoguerra, e a Serpiano dove inizierà la breve ma impegnativa salita del Passo 100 croci con i suoi 1264 metri di altitudine con alcuni tratti pendenze del 16 - 17%. Dopo lo scollinamento la veloce discesa fino alla località La Lama farà da preludio agli ultimi 5 km e 400 metri verso l'arrivo a Piane di Mocogno, salita severa con pendenza media dell' 8%.

Diretta testuale su www.gsemilia.it, sintesi su RaiSport 2 alle ore 19,00.

ORDINE D'ARRIVO COMPLETO

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA SECONDA TAPPA

CLASSIFICA GENERALE GPM

CLASSIFICA GENERALE GIOVANI

CLASSIFICA GENERALE A PUNTI

CLASSIFICA GENERALE A SQUADRE

CRONACA DELLA CORSA

Ordine d'arrivo ufficioso:

1° Diego Ulissi (Lampre-Merida) 4h33'23" a 35,62 km/h

2° Miguel A. Rubiano Chavez (Androni Giocattoli-Venezuela) a 34"

3° Damiano Cunego (Lampre-Merida) a 1'11"

4° Radoslav Rogina (Adria Mobil) st

5° Riccardo Zoidl (Team Gourmetfein) a 1'15"

6° Davide Rebellin (CCC Polsat Polkowice) st

7° Francesco Manuel Bongiorno (Bardiani Valvole-Csf) st

8° Leopold Konig (Team NetApp-Endura) a 1'16"

9° Sergio Pardilla (MTN Qhubeka) a 1'20"

10° Ivan Basso (Cannondale) a 1'38”

 

Classifica generale ufficiosa

1 Diego Ulissi (Lampre-Merida)

2 Miguel A. Rubiano Chavez (Androni-Venezuela) a 58"

3 Damiano Cunego (Lampre Merida) a 1'17"

4 Davide Rebellin (CCC Polsat Polkowice) a 1'40"

5 Leopold Konig (Team NetApp Endura) a 1'42"

6 Ivan Basso (Cannondale Pro Cycling) a 1'42"

7 Francesco Manuel Bongiorno (Bardiani Valvole-Csf) a 1'46"

8 Riccardo Zoidl (Team Gourmetfein Simplon) a 1'52"

9 Sergio Pardilla (Mtn Qhubeka) a 2'06"

10 Philip Deignan (Unitedhealthcare) a 2'12"

13 Franco Pellizotti (Androni-Venezuela) a 3'11"

19 Jan Barta (Team NetApp Endura) a 4'33"

25 Fabio Felline (Androni-Venezuela) a 4'51

26 Moreno Moser (Cannondale) a 4'51"

41 Maxim Belkov (Katusha) a 5'08"

Ulissi

L'arrivo vincente di Diego Ulissi (Foto Bettini)

.

Il podio della seconda tappa (Foto Bettini)

.

Le maglie di leader al termine della seconda frazione (Foto Bettini)

.

Diego Ulissi in maglia di leader Lowell Orologi (Foto Bettini)

 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter del G.S. Emilia?



Sondaggi

Qual è la corsa del Gs Emilia che preferisci?