Damiano Cunego trionfa a Faenza e Giovanni Visconti guida la Settimana Internazionale Coppi e Bartali - Trofeo UniCredit Banca
L'arrivo vincente di Damiano CunegoGrande prova di forza di Damiano Cunego che oggi, sul traguardo di Faenza, si è imposto nella seconda tappa della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo UniCredit Banca.
Il portacolori della Lampre - Ngc ha preceduto il colombiano Josè Serpa e l’ex tricolore Giovanni Visconti che grazie a questo piazzamento ora guida la classifica generale.
La tappa, dopo il via da San Lazzaro di Savena, ha proposto l’azione di Alessio Signego (Adria Mobil) e Luca Fioretti (Centri della Calzatura) che, evasi dal gruppo al chilometro 35, hanno raggiunto un vantaggio massimo di 5’38” dopo il primo scollinamento di Monte Carla.
Sotto la spinta dei portacolori della ISD, la squadra del leader della classifica Oscar Gatto, e della Liquigas il gruppo è ritornato compatto al chilometro 125. Durante la salita di Monte Casale il gruppo principale si è frazionato notevolmente fino a lasciare in avanscoperta un drappello forte di circa sessanta unità, diventate 9 verso il Gran Premio della Montagna di Monte Trebbio.
I nove battistrada: Damiano Cunego (Lampre Ngc), José Serpa Perez (Serramenti Pvc Diquigiovanni Androni Giocattoli), Cadel Evans (Silence Lotto), Sylvester Szmid (Liquigas), Domenico Pozzovivo (Csf Group Navigare), Robert Kiserlovski (Amica Chips Knauf), Massimo Giunti (Miche Silver Cross), Giovanni Visconti (ISD) e Przemyslaw Niemiec (Miche Silver Cross).
Cunego e Serpa hanno allungato nel tratto in discesa a poco più di venti chilometri dal termine; un’azione che fin dalle prime battute ha dato l’impressione di andare a buon fine.
Il tandem di testa, infatti, si è presentato sul rettilineo d’arrivo tra due ali di folla con un buon margine di vantaggio sugli immediati inseguitori e nello sprint finale Cunego ha preceduto facilmente il compagno di fuga.Domani si correrà la terza tappa da Borgo San Lorenzo (Firenze) a Serramazzoni (Modena) di 163,4 chilometri.

La prima salita di giornata si presenta dopo circa 30 chilometri di gara e terrà impegnati i ciclisti per quasi 20 chilometri, fino al Passo della Futa, antica strada di passaggio tra Firenze e Bologna, già teatro di diverse importanti manifestazioni ciclistiche. Dopo il passaggio a Roncobilaccio e Baragazza, si affronta la seconda ascesa, attraversando la località turistica di Castiglione dei Pepoli per raggiungere il “Passo dello Zanchetto”, “tetto” della manifestazione con i suoi 960 metri di altitudine. Ancora una lunga discesa quindi terza salita della giornata, verso il gran premio della montagna di Montese. Ad attendere gli scalatori ci sarà quindi il circuito finale di Serramazzoni, dove gli uomini di classifica dovranno lottare lungo il temibile tratto di 2,5 chilometri salita, con una pendenza media del 6/7%, ma con picchi del 12%.

ORDINE D'ARRIVO

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA SECONDA TAPPA

LEGGI LA CRONACA

Guarda il video dell'arrivo di Damiano Cunego (Atlantide Video Service)

L'arrivo vincente di Damiano Cunego
L'arrivo vincente di Damiano Cunego (Foto Bettini)

Damiano Cunego in maglia di leader
Damiano Cunego in maglia di leader della classifica a punti (Foto Bettini)

Le maglie di leader dopo la seconda tappa
Le maglie di leader dopo la seconda tappa (Foto Bettini)
 

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter del G.S. Emilia?



Sondaggi

Qual è la corsa del Gs Emilia che preferisci?